5 asana per una pancia piatta


La pancia piatta sta scomparendo oppure è il tuo prossimo obiettivo?

Non esageriamo, non deve diventare certo un’ossessione ed è importante guardare a questo “desiderio” non tanto per fini estetici ma per sentirsi bene con se stessi, che è la cosa più importante, anche nello yoga 🙂

Siamo a cavallo tra Natale e Capodanno e sicuramente in questi giorni molti di voi si sono abbuffati e— pancia piatta addio 🙂

Non preoccuparti, ricordati che ogni tanto serve anche appagare la gola per soddisfare bisogni come convivialità, relax e godimento.

5 asana per la pancia piatta

asanaMa se sgonfiare e tonificare un po’ la tua pancia può farti stare meglio, ecco che ci sono asana per ogni situazione: le posizioni yoga fanno bene alla postura, prevengono il mal di schiena e contrastano i dolori cervicali, ma alcune aiutano anche a tonificare i muscoli addominali.

Ecco allora 5 asana per ritrovare o ottenere una pancia piatta e che puoi eseguire ogni giorno.

1) Kumbhakasana (la posizione della tavola).

Ninte di meglio per la tua pancia piatta di Kumbhakasana detta anche plank, una posizione semplice ma allo stesso tempo impegnativa e molto efficace. La puoi eseguire appoggiandoti sulle mani (foto sotto) oppure sui gomiti. Fai attenzione a non inarcare però la schiena e mantieni il corpo (busto e gambe) perfettamente allineato. Mantieni la posizione per 30 secondi, poi una breve pausa e ripeti per un totale di 5 volte.

2) Bhujangasana (la posizione del cobra)

E’ un’asana che oltre a rafforzare i muscoli addominali e quindi ad aiutarti a mantenere una pancia piatta, massaggia tutta la colonna vertebrale. Sdraiati con la pancia a terra. le gambe sono tese, i palmi delle mani sul pavimento all’altezza delle spalle (sotto le spalle), sollevando il petto e la testa spingi sulle braccia espirando.
Cerca di tenere la posizione per circa 30 secondi e ripeti per 5 volte, con una pausa di 15 secondi tra una ripetizione e l’altra.

Qui trovi un altro articolo pubblicato su liberamenteyoga.it che spiega come eseguire correttamente la posizione e sui suoi benefici

bhujangasana

fonte foto – Yoga Anatomy

3) Pavanamukthasana (la posizione dei venti)

E’ un’asana che migliora il metabolismo, riduce l’acidità di stomaco e la stitichezza, sintomi spesso di una eccessiva abbuffata. Distenditi sulla schiena, le gambe tese e i talloni uniti. Distendi le braccia lungo il corpo. Piega il ginocchio e portarlo verso il petto, abbraccialo con entrambe le braccia in modo che la coscia prema leggermente contro l’addome, massaggiandolo.
Mantieni la posizione per un minuto.
Porta entrambe le ginocchia al petto poi, esegui l’esercizio con l’altro ginocchio.
Ripetere 5 volte per gamba.

fonte foto – Yoga Anatomy

4) Navasana (barca)

E’ una posizione ottima per la pancia piatta, nel senso che fa bene allo stomaco e stimola i sistemi digestivo, circolatorio, nervoso e ormonale. Siediti a terra con le gambe distese avanti, inspirando solleva le gambe unite, distendendo le braccia davanti a te all’altezza delle ginocchia, mani aperte con i palmi rivolti verso l’interno e mantenendo lo sguardo fisso sulle dita dei piedi, le braccia, mantenendo l’equilibrio appoggiato sulla zona del coccige. Mantieni la posizione per 3  respirazioni complete oppure conta fino a cinque, espira e ritorna nella posizione di partenza, ripetendo per 5 volte.

5) Dhanurasana (la posizione dell’arco)

Per avere una pancia piatta e distendere tutta la parte frontale del corpo, questa è un’ottima posizione.
Iniziare supini, gambe distese e braccia lungo il corpo. Piegare le ginocchia e afferrare le caviglie inarcando la schiena. Tenere la posizione per 30 secondi. Rilasciare per gradi. Pausa per 15 secondi e ripetere.
Per essere ancora più efficace una volta posizionati, oscillare un po’ avanti e indietro per eseguire una sorta di massaggio addominale.

Qui trovi un altro articolo pubblicato su liberamenteyoga.it che spiega come eseguire correttamente la posizione e sui suoi benefici

fonte foto – Yoga Anatomy

Un ottimo libro che ti consiglio, molto chiaro nelle spiegazioni e molto dettagliato anche nel descrivere i benefici e le controindicazioni delle asana è Asana Pranayama Mudra Bandha adatto anche a chi si avvicina allo yoga per la prima volta.

Se invece vuoi approfondire il significato nascosto delle asana, un ottimo libro che ti consiglio è Il Linguaggio nascosto dell’hatha yoga. Un libro piacevole e completo, che sa fondere armoniosamente gli aspetti linguistici, psicologici e spirituali, con spiegazioni chiare, adatte sia all’insegnante che all’allievo.

Vuoi un programma yoga su misura?

Stai cercando di migliorare il tuo stato di benessere corpo-mente? Ti piacerebbe avere la possibilità di raggiungere con facilità e soddisfazione i tuoi obiettivi?

Potresti regalarti una cosa davvero particolare

un PERSONAL YOGI

che studierà un programma personalizzato in base alle tue caratteristiche morfologiche, alle tue esigenze, agli obiettivi che vuoi raggiungere e al tuo stile di vita.

Ti aiuterò a raggiungere un livello di benessere costante e duraturo, un’ ottima forma fisica e un’energia mentale in costante espansione.

Scopri il Personal Yoga Coaching di Liberamenteyoga 🙂

Un ultimo consiglio

Se non lo hai già fatto, vorrei darti un altro utile consiglio, valido tutto l’anno.

Vuoi scoprire le principali regole per costruire una pratica yoga corretta? Registrati e riceverai gratuitamente la mia guida pratica per costruire la tua sequenza yoga. Riceverei inoltre informazioni sul mondo dello yoga, recensioni su prodotti che ho già provato per te, libri, consigli e tanto altro.

registrati-ora

ATTENZIONE:
Dopo esserti registrato, ti invieremo entro pochi minuti una mail per verificare il tuo indirizzo email. Apri il messaggio che ti abbiamo mandato e fai clic sul link di conferma. Se la mail di conferma non ti dovesse arrivare entro 15 minuti controlla anche nella cartella SPAM, a volte finiscono in questa cartella per errore.

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Namastè