Paschimottanasana, amorevolezza gentile 3


Paschimottanasana (piegamento in avanti da seduti) è una delle principali e più conosciute posizioni piegamento in avanti.

paschimottanasana

Le asana con flessione del busto in avanti sono tutte posizioni che hanno come caratteristica psico-fisica quella di rilassare sia il corpo che le tensioni della mentale.

Lasciarsi andare

Solitamente, nella prima parte di una sequenza si eseguono posizioni che risvegliano la nostra energia vitale, mentre le posizione di flessione del busto in avanti vengono messe alla fine della sequenza proprio perché preparano al rilassamento finale (Savasana) e alla meditazione. Da un punto di vista simbolico, la flessione in avanti è legata al arrendevolezza, al lasciarsi andare e alla devozione. Il lasciarsi andare porta sicuramente anche ad una maggiore ricettività  e amorevolezza, verso se stessi e verso gli altri. Lasciare andare significa anche accettare le cose per quello che sono, accettare noi stessi per quello che siamo, mettere a fuoco le proprie debolezze e scaricandole d’importanza. Nell’eseguire questo tipo di posizioni, possiamo portare il nostro pensiero a tensioni verso noi stessi o verso altre persone, focalizzare l’immagine della situazione tesa e, lasciando andare la posizione e le tensioni fisiche, lasciamo andare anche quelle mentali ed emotive: ameremo di più noi stessi e anche gli altri.

Il significato nascosto di Paschimottanasana

Il piegamento in avanti, che richiede allungamento di tutta la parte posteriore del tronco, muscoli e tendini, viene associato all’arrendevolezza, all’ammorbidimento e ad una profonda espansione, pensieri, emozioni e consapevolezza estendono i loro limiti. Allo stesso tempo, se eseguita bene, porta a piegare il tronco verso le gambe e di conseguenza a diminuire la visuale, non abbiamo più il controllo della situazione perché non vediamo quello che ci sta attorno, quindi la resa è totale. All’inizio il piegamento non sarà facile, dovremmo lasciare andare tutto per poterla eseguire. Un ulteriore spunto di riflessione potrebbe risiedere nel significato letterale di Paschimottanasana che significa “intensa estensione verso occidente”, portandoci a riflettere su cosa è per noi l’occidente, ovvero il significato del nostro vivere in occidente.

Se vuoi approfondire il significato nascosto di questa ed altre posizioni, un ottimo libro che ti consiglio è Il Linguaggio nascosto dell’hatha yoga. Un libro piacevole e completo, che sa fondere armoniosamente gli aspetti linguistici, psicologici e spirituali, con spiegazioni chiare, adatte sia all’insegnante che all’allievo.

I benefici di Paschimottanasana

  • Allunga tutti i muscoli posteriori del corpo
  • Calma la mente e aiuta ad alleviare lo stress
  • Stimola gli organi interni come fegato, reni, ovaie utero (alleviando i dolori mestruali)
  • Aiuta in caso di problemi digestivi
  • Abbassa la pressione sanguigna
  • Può contribuire a curare l’insonnia

Attenzione

A causa di rigidità nella parte posteriore delle gambe, se sei un principiante o semplicemente hai poca flessibilà, potresti non riuscire a piegarti completamente in avanti. Non sforzarti nel piegamento in avanti: quando senti diminuire un pò la tensione nelle gambe, fermati, sollevati leggermente e allungati di nuovo.

Come eseguire la posizione

  1. Siediti a terra e con le gambe distese in avanti. Se hai problemi di flessibilità, appoggia i glutei su una coperta piegata. Sposta il peso sul gluteo sinistro e allontana il gluteo destro con la mano destra. Ripeti dall’altro lato.
  2. Poi ruota verso l’interno la parte alta delle cosce e premile a terra. Premendo le mani a terra, posizionate accanto alle anche, solleva la parte alta dello sterno verso il soffitto.
  3. Inspira e, mantenendo la schiena dritta spingila in avanti facendo partire il movimento dalle anche e allunga il coccige.
  4. Afferra le punte dei piedi o la pianta del piede, se riesci, altrimenti utilizza una cintura, falla passare sotto le piante dei piedi e tienila stretta tra le mani.
  5. Manieni la posizione e lasciati andare, non forzare il piegamento e tieni la testa sollevata.
  6. L’intenzione dovrebbe essere quella di toccare le cosce prima con la parte inferiore dell’addome, poi quella superiore, poi il torace e infine la testa. Se tieni a mente questa sequenza senza avere fretta e tenendo conto dei tuoi limiti fisici (flessibilità) eseguirai la posizione correttamente.
  7. Quando inspiri, allunga leggermente il busto mentre quando espiri lasciati andare in avanti. Mantieni questa posizione da 1 a 3 minuti.
  8. Per scogliere la posizione, solleva prima il busto allontanandolo dalle cosce, poi inspira e solleva in alto il busto premendo il coccige in basso verso il bacino.

Un ottimo libro che ti consgilio, molto chiaro nelle spiegazioni e molto dettagliato anche nel descrivere i benefici e le controindicazioni delle asana è Asana Pranayama Mudra Bandha adatto anche a chi si avvicina allo yoga per la prima volta.

Se non lo hai già fatto, vorrei darti un altro utile consiglio, valido tutto l’anno.

Vuoi scoprire le principali regole per costruire una pratica yoga corretta? Registrati e riceverai gratuitamente la mia guida pratica per costruire la tua sequenza yoga. Riceverei inoltre informazioni sul mondo dello yoga, recensioni su prodotti che ho già provato per te, libri, consigli e tanto altro.

registrati-ora

ATTENZIONE:
Dopo esserti registrato, ti invieremo entro pochi minuti una mail per verificare il tuo indirizzo email. Apri il messaggio che ti abbiamo mandato e fai clic sul link di conferma. Se la mail di conferma non ti dovesse arrivare entro 15 minuti controlla anche nella cartella SPAM, a volte finiscono in questa cartella per errore.

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Namastè


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 commenti su “Paschimottanasana, amorevolezza gentile