Il riscaldamento yoga

riscaldamento yoga

Troppo spesso, a causa della fretta o semplicemente della pigrizia, alcuni sottovalutano moltissimo la prima parte della pratica yoga, ovvero le posizioni di apertura e la fase di riscaldamento

E’ il più grande errore che tu possa fare!

Sai bene che nello yoga si lavora con il corpo, la mente e lo spirito! Appunto….con il corpo!
E cosa succederebbe se ti buttassi nella pratica senza un adeguato riscaldamento yoga?
Molte scuole di yoga non prevedono il riscaldamento e questo, a mio parere, è un grande errore.
Quindi, se vuoi evitare infortuni e goderti appieno i benefici della tua pratica, prevedi sempre una fase di preparazione. Come? Ecco qui un pratico vademecum su come impostare la prima parte della tua pratica con un vero e proprio riscaldamento yoga

RESPIRARE CONSAPEVOLMENTE

Pranayama

Inizia sempre la tua pratica dedicando i primi minuti ad aumentare la consapevolezza di quello che stai iniziando a fare, lasciando fuori dalla tua pratica le preoccupazioni della giornata appena trascorsa (se la pratica è serale) o le cose che devi ancora fare (se la pratica è la mattina).

POSIZIONI DI APERTURA

tadasana-jpeg

Inizia la tua pratica con alcune posizioni di apertura, ovvero quelle asana che servono soprattutto per iniziare a risvegliare il tuo corpo e preparati a tutta la sequenza completa. Sono le posizioni che ti aiutano a riscaldare ed allungare le principali fasce muscolari e soprattutto ti aiutano a entrare nella tua pratica.

IL RISCALDAMENTO YOGA

suryanamaskara

Entriamo nel vero e proprio riscaldamento yoga. Questa parte della tua pratica è il momento perfetto per introdurre la possibilità di eseguire le asana in maniera dinamica, ovvero ripetere ogni singola asana al ritmo del respiro o costruire una vera e propria “vyniasa”, una sequenza dinamica all’interno della tua pratica legando il passaggio da una posizione all’altra al ritmo della tua respirazione. Un esempio di questa pratica è Surya Namaskara (il saluto al sole). Ce ne sono di tanti tipi, qui ti spiego come eseguire la sequenza classica e i suoi benefici.

…E NON DIMENTICARE L’IMPORTANZA DEL RESPIRO

tappetino yoga

Nel riscaldamento yoga, così come in tutta la pratica, diventa importantissimo collegare il respiro ai movimento del tuo corpo. L’unione, armoniosa, di corpo e respiro è alla base di una corretta esecuzione delle posizioni yoga. Per coordinare corpo e respiro, anche la mente deve essere attenta e presente, ed ecco che anche quest’ultima si unisce al corpo e al respiro.

Spero che quest suggerimenti possano aiutarti a iniziare al meglio la tua pratica con un adeguato riscaldamento yoga.

VUOI DI PIU’? E’ ARRIVATA “YOGA START”

Se poi ti interessa approfondire ancora di più come preparate al meglio il tuo corpo alla pratica yoga, ho preparato per te una speciale guida YogaStart dove ti spiego in dettaglio come fare. Prova a darle un’occhiata!

 

yogastart

 

…e se poi vuoi ricevere informazioni sul mondo dello yoga, recensioni di prodotti che ho provato e libri che ho letto, consigli e tanto altro, se non lo hai già fatto registrati alla newsletter LiberaMenteYoga. Riceverai subito gratuitamente anche la mia guida pratica con le 5 regole per costruire la tua sequenza yoga.

registrati-ora

Dopo esserti registrato, ti invieremo entro pochi minuti una mail per verificare il tuo indirizzo email. Apri il messaggio che ti abbiamo mandato e fai clic sul link di conferma. Se la mail di conferma non ti dovesse arrivare entro 15 minuti controlla anche nella cartella SPAM, a volte finiscono in questa cartella per errore.

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Buona primavera!

Namastè