Tappetino Manduka PROlite, il più versatile

 

Oggi voglio parlarti di tappetini da yoga e in particolare del Manduka PROlite

manduka prolite

In una precedente articolo spiego come scegliere il tuo tappetino yoga , oggi ti vorrei parlare in particolar modo del PROlite della Manduka

Il tappetino da yoga Manduka PROlite è una valida alternativa per chi è alla ricerca di un tappetino yoga da viaggio dall’ottima qualità e super confortevole.

Lo spessore giusto per il tuo tappetino yoga

lo spessore è un elemento importante nella scelta del tuo tappetino, da valutare in funzione sia dello stile della tua pratica che delle tue necessità di eventuali spostamenti.

Normalmente un tappetino yoga può avere uno spessore tra i 3 e i 10 centimetri: lo spessore più diffuso è quello dai 3 ai 5mm in quanto garantisce un buon rapporto tra peso-spessore, diventando facilmente trasportabile.

E’ un tappetino da portare in palestra, o da tenere in casa steso nell’angolo o nella stanza yoga.

Il tappetino Manduka PROlite ha uno spessore di 4,5 mm che assieme al suo peso contenuto di soli 1,8kg ne fa’ sicuramente un ottimo tappetino anche per chi si sposta spesso per lavoro o per piacere.

Le dimensioni contano 🙂

Il Manduka PROlite misura 183 cm di lunghezza x 61 cm di larghezza, pertanto offre una dimensione sufficiente anche per persone che, come me, sono molto alte.

manduka prolite

Celle chiuse: ideale per Hatha Yoga e Yin yoga

Il Manduka PROlite è un tappetino a cellule chiuse è ideale per chi pratica uno yoga più statico, come l’Hatha o Yin yoga, meditazione o pratiche di pranayama. I tappetini a cellule chiuse hanno un aspetto più liscio, sono più resistenti e assorbono meno il sudore, quindi tengono fuori umidità e sudore, impedendo quindi lo sviluppo di batteri. Normalmente hanno una vita più lunga dei tappetini a celle aperte.

Alcune persone che lo hanno usato, alcuni hanno notato una sufficiente aderenza già dai primi utilizzi. Altri hanno notato un miglioramento della stessa con il passare del tempo.

Ti voglio svelare un piccolo trucco 😉

Se pratichi uno stile che richiede una grip più importante, un trucco per migliorare l’aderenza è quello di cospargere il tuo tappetino di sale, tenendolo su per 24h e poi con un panno pulito e un po’ umido lo pulisci.

Il materiale

La maggior parte dei tappetini yoga è realizzata ancora in Pvc, ma sta aumentando l’uso di materiali eco-sostenibili come la gomma naturale, la iuta, il cotone biologico, il bambù, il sughero e la canapa.

Il Manduka PROlite è certificato Oeko-Tex, prodotto senza emissioni e 100% latex-free, ottimo quindi anche per persone con sensibilità al lattice.

Ha un’imbottitura ad alta densità ed estrema versatilità di utilizzo su qualsiasi superficie (moquette, cemento, pavimenti in legno).

Più spendi, meno spendi

Inutile dirti che esistono tappetini con prezzi molto diversi ma sicuramente un tappetino da 15 euro non può avere la qualità di un tappetino da 90 euro.

Il Manduka PROlite non è sicuramente un tappetino da 10-15 euro ma ti dico anche che il tappetino da yoga è un po’ come il casco per un motociclista: risparmia su tutto ma non sul tuo tappetino da yoga.

Un tappetino da pochi euro ti durerà meno, sarà meno confortevole e più scivoloso, questo è certo. I materiali eco-friendly sono quelli che costano di più ma sono anche più etici.

In generale ti consiglio comunque di investire un pò di più nel tuo tappetino yoga perché un buon tappetino potrà sicuramente durare di più e sopratutto farti apprezzare al meglio questa meravigliosa disciplina.

E se vuoi allungare la vita del tuo tappetino yoga

Allora curalo con attenzione, non lasciarlo al sole e non lavarlo con prodotti troppo aggressivi. In commercio esistono degli ottimi prodotti, specifici, che ti aiuteranno a far durare ancora più a lungo il tuo compagno di viaggio yogico 🙂

Ecco un paio di pratici prodotti che puoi utilizzare per pulire il tuo tappetino:

Gaiam Yoga Mat Cleaner Spray

Tranquil Lavender Yoga Mat Cleaner

 

Ti interessa una guida pratica per costruire la tua sequenza yoga personalizzata

Hai iniziato a praticare yoga ma non sai quali sono le posizioni yoga più adatte a te?
Vorresti sapere come scegliere le posizioni yoga per costruire la tua sequenza  personalizzata?
Yogabook può aiutarti a costruire la tua sequenza yoga sulla base delle tue caratteristiche e sugli obiettivi che vuoi raggiungere. 
Dopo aver letto Yogabook sarai in grado di scegliere le asana più adatte a te e come eseguirle una dietro l’altra in maniera corretta.

SCOPRI COSA TROVERAI IN “YOGABOOK”

Un ultimo consiglio

Se non lo hai già fatto, vorrei darti un altro utile consiglio, valido tutto l’anno.

Vuoi scoprire le principali regole per costruire una pratica yoga corretta? Registrati e riceverai gratuitamente la mia guida pratica per costruire la tua sequenza yoga.

Riceverei inoltre informazioni sul mondo dello yoga, recensioni su prodotti che ho già provato per te, libri, consigli e tanto altro.

registrati-ora

ATTENZIONE:
Dopo esserti registrato, ti invieremo entro pochi minuti una mail per verificare il tuo indirizzo email. Apri il messaggio che ti abbiamo mandato e fai clic sul link di conferma. Se la mail di conferma non ti dovesse arrivare entro 15 minuti controlla anche nella cartella SPAM, a volte finiscono in questa cartella per errore.

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Namastè