Virabhadrasana 2, la posizione del guerriero 2

Virabhadrasana 2 assieme a Virabhadrasana 1 è una delle principali posizioni in piedi dello yoga, una posizione che lavora su diversi aspetti: radicamento, forza, azione ed equilibrio.

virabhadrasana 2

fonte foto – Yoga Anatomy

 

Il significato nascosto di Virabhadrasana 2

Nella tradizione induista, Virabhadra è un valoroso guerriero nato da un capello del dio Shiva, un guerriero dalla forza smisurata.

Il guerriero Virabhadra simboleggia il conflitto interiore: un po’ come l’Arjuna della Bhagavad-Gita, uno dei testi fondamentali dello yoga, ambientato in un campo di battaglia tra due grandi eserciti in attesa di combattere. Per entrambi gli eserciti, il combattimento esterno in realtà simboleggia il conflitto interiore, la battaglia per la scoperta della propria  natura.

Quello che veramente si vuole celebrare con il nome di questa posizione è il “guerriero spirituale” che combatte con coraggio contro il nemico universale, ovvero la celebrazione della nostra vera Natura, causa principale della nostra sofferenza.

Se vuoi approfondire il significato nascosto delle asana, un ottimo libro che ti consiglio è Il Linguaggio nascosto dell’hatha yoga. Un libro piacevole e completo, che sa fondere armoniosamente gli aspetti linguistici, psicologici e spirituali, con spiegazioni chiare, adatte sia all’insegnante che all’allievo.

I benefici di Virabhadrasana 2

  • Rinforza le gambe, le ginocchia e le caviglie
  • Aiuta ad aprire i flessori delle anche
  • Tonifica gli addominali (traversi)
  • Rafforza la schiena
  • Aiuta a migliorare il radicamento
  • Aiuta ad aumentare la capacità polmonare lavorando su cassa toracica e intercostali
  • Stimola la concentrazione
  • Aumenta la resistenza del corpo.

Controindicazioni

  • Se hai problemi alle spalle puoi eseguire la variante con le mani ai fianchi

Come eseguire Virabhadrasana 2

  1. Parti dalla posizione Tadasana
  2. Divarica le gambe e apri le braccia con il palmo delle mani verso il basso.
  3. Contrai i quadricipiti
  4. Porta il piede sinistro verso l’esterno girandolo di 90° e fletti il ginocchio sinistro in modo che la coscia sia parallela al pavimento e il ginocchio sia verticalmente in linea con la caviglia.
  5. Mantieni la gamba destra distesa. Il piede destro deve poggiare interamente a terra (anche la parte esterna dell’arco plantare)
  6. Gira la testa verso la mano sinistra
  7. Mantieni le spalle rilassate ma le dita delle mani ben distese e attive.
  8. Allinea il busto con il collo e immagina di volerti allungare verso l’alto, assumendo una postura fiera (quella di un guerriero)
  9. Mantieni Virabhadrasana 2 per alcuni respiri
  10. Scogli la posizione (prima la testa, poi le braccia e infine le gambe) e torna in Tadasana.
  11. Ripeti sull’altro lato

Un ottimo libro che ti consiglio, molto chiaro nelle spiegazioni e molto dettagliato anche nel descrivere i benefici e le controindicazioni delle asana è Asana Pranayama Mudra Bandha adatto anche a chi si avvicina allo yoga per la prima volta.

Una guida pratica per costruire la tua sequenza yoga personalizzata

Hai iniziato a praticare yoga ma non sai quali sono le posizioni yoga più adatte a te?
Vorresti sapere come scegliere le posizioni yoga per costruire la tua sequenza  personalizzata?
Yogabook può aiutarti a costruire la tua sequenza yoga sulla base delle tue caratteristiche e sugli obiettivi che vuoi raggiungere. 
Dopo aver letto Yogabook sarai in grado di scegliere le asana più adatte a te e come eseguirle una dietro l’altra in maniera corretta.

SCOPRI COSA TROVERAI IN “YOGABOOK”

Un ultimo consiglio

Se non lo hai già fatto, vorrei darti un altro utile consiglio, valido tutto l’anno.

Vuoi scoprire le principali regole per costruire una pratica yoga corretta? Registrati e riceverai gratuitamente la mia guida pratica per costruire la tua sequenza yoga. Riceverei inoltre informazioni sul mondo dello yoga, recensioni su prodotti che ho già provato per te, libri, consigli e tanto altro.

registrati-ora

ATTENZIONE:
Dopo esserti registrato, ti invieremo entro pochi minuti una mail per verificare il tuo indirizzo email. Apri il messaggio che ti abbiamo mandato e fai clic sul link di conferma. Se la mail di conferma non ti dovesse arrivare entro 15 minuti controlla anche nella cartella SPAM, a volte finiscono in questa cartella per errore.

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Namastè