Yoga e allergia da pollini


Allergia da pollini? E’ arrivata la primavera con i suoi colori, le giornate più lunghe e soleggiate, la natura si sveglia ma purtroppo per molti è il momento di fare i conti anche con l’allergia che causa spesso riniti, congiuntiviti a volte anche attacchi di asma.

allergia da pollini

 

foto allergiastop.it

Allergia da polline Per curare i sintomi dell’allergia da pollini molti si affidano a farmaci (decongestionanti, cortisonici e cortisonici) o a rimedi naturali (ribes e ortica sono solo alcuni esempi) ma non tutti sanno che esistono anche delle opportune tecniche yoga che, se praticate con regolarità durante tutto l’anno, possono aiutare a ridurre stress, rafforzare il sistema immunitario e ridurre la comparsa delle riniti allergiche.

Iniziamo con alcuni esercizi di respirazione (pranayama) per aiutarti in caso di allergia da pollini

Kapalabhati (“kapala” = “cranio” + “bhati” =”pulire”)

BENEFICIpurifica i seni nasali, proprio dove si fermano gli allergeni.

COME ESEGUIRLA

Siediti in una posizione comoda (a terra o su una sedia) ed inizia con alcune semplici respirazioni, per prendere consapevolezza con il tuo respiro.

Poi inizia una serie di inspirazioni-espirazionidove l’inspirazione è semplice e naturale mentre l’espirazione è rapida e forzata, aiutandoti contraendo la pancia.

Esegui una serie di 20-30 respirazioni Kapalabati seguite da 3-4 respirazioni semplici.

Esegui 3 serie da 20-30 respirazioni Kapalabat.

ATTENZIONE: se dovesse girarti la testa interrompi subito la respirazione e prova il giorno successivo iniziando con 10-15 ripetizioni.

Nadi Sodhana – respirazione a narici alternate

BENEFICI: utile per rafforzare la capacità polmonare e quindi rafforzare il sistema respiratorio, oltre che essere rilassante e a stimolare la calma interiore.

COME ESEGUIRLA

Siediti in una posizione comoda (a terra o su una sedia) ed inizia con alcune semplici respirazioni, per prendere consapevolezza con il tuo respiro.

  1. Chiudi con il pollice la narice destra e inspira con quella sinistra.
  2. Poi chiudi la narice sinistra ed espira con la narice destra
  3. Mantieni ancora chiusa la narice sinistra e inspira con la destra
  4. Chiudi la narice destra ed espira con la sinistra

E continua a respirare in maniera alternata, profondamente, con calma, eseguendo dalle 5 alle 10 ripetizioni.

ATTENZIONE: è opportuno evitare questa respirazione nel momento in cui sei particolarmente congestionato.

Un ottimo libro che ti consiglio, molto chiaro nelle spiegazioni e molto dettagliato è Asana Pranayama Mudra Bandha adatto anche a chi si avvicina allo yoga per la prima volta.

 

Jala Neti – lavaggi nasali con acqua e sale

Antica pratica che consiste in lavaggi nasali con acqua e sale, ottimo soprattutto nelle città caratterizzate da un’alta concentrazione di polveri e smog. La tecnica prevede l’utilizzo di un particolare recipiente chiamato Neti Lota. Qui trovi un mio articolo sui suoi benefici e su come eseguirla.

Alcune utili posizioni yoga

Esistono anche alcune asana (posizioni yoga) che possono rivelarsi molto utili per migliorare la tua respirazione. Sono 2 posizioni delle quali ho già parlato in altri 2 precedenti articoli

Salamba Sarvangasana, la posizione della candela, che favorisce il drenaggio nasale. Leggi l’articolo su come eserguirla

Matsyasana, la posizione del pesce, che aiuta ad allargare il torace e simola una respirazione più ampia e profonda. Leggi l’articolo su come eseguirla

Se non lo hai già fatto, vorrei darti un altro utile consiglio.

Vuoi scoprire le principali regole per costruire una pratica yoga corretta? Registrati e riceverai gratuitamente la mia guida pratica per costruire la tua sequenza yoga. Riceverei inoltre informazioni sul mondo dello yoga, recensioni su prodotti che ho già provato per te, libri, consigli e tanto altro.

registrati-ora

ATTENZIONE:
Dopo esserti registrato, ti invieremo entro pochi minuti una mail per verificare il tuo indirizzo email. Apri il messaggio che ti abbiamo mandato e fai clic sul link di conferma. Se la mail di conferma non ti dovesse arrivare entro 15 minuti controlla anche nella cartella SPAM, a volte finiscono in questa cartella per errore.

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Namastè