Yoga in cucina

Lo yoga in cucina è una disciplina che puoi praticare anche quando hai davvero poco tempo a disposizione 🙂

Sono papà di 2 bambini molto piccoli, e posso capire che a volte trovare il tempo per te stessa/o non sia facile.

Però ho capito una cosa dalla mia pratica personale: se una cosa la vuoi davvero, sopratutto se ti fa stare bene, il tempo e i modi per praticare è importante trovarli….per te stessa/o.

A tal proposito, tempo fà ho acquistato per curiosità un libro intitolato La Gioia dello Yoga che presenta, sulla base dell’esperienza della Emma Silverman una serie di sequenze, divise per “tema”, che possono essere dei validi spunti per costruire le tue sequenze yoga. Le sequenza sono adatte sia a chi si è avvicinato da poco allo yoga, sia a chi lo pratica da un pò di tempo ed è alla ricerche di spunti per la propria pratica personale o, nel caso di insegnanti di yoga, per costruire delle lezioni a tema.

Un libro non può certo sostituire l’esperienza di un buon insegnante di yoga che può seguirti nella costruzione di una sequenza personalizzata sulle base delle tue caratteristiche e necessità, ma certamente possono aiutare molto, almeno come spunto.

Nel libro viene presentata una sequenza molto curiosa che ha catturato la mia attenzione per la sua particolarità, una sequenza di yoga in cucina, ovvero una sequenza da fare “finché l’acqua della basta non bolle” 🙂

Quando utilizzare la sequenza yoga in cucina

Mentre mettete su l’acqua per cucinare o per preparare un buon Kombucha  un tè addolcito e fermentato con una massa solida macroscopica chiamata “coltura di kombucha” oppure un buon Chai Nero avrai almeno 5 minuti per praticare un po’ di yoga e ricaricarti per le prossime 5 ore 🙂

La sequenza yoga in cucina

Inizia con Tadasana (la posizione della montagna)

Inspirando, passa quindi a Urdhva Hastasana (volendo puoi unire le mani in preghiera sopra la testa)

Espirando, riporta le mani in Tadasana

Ripeti queste 3 posizioni, al ritmo del tuo respiro, per circa 1 minuto

Portati in Virabhadrasana I (la posizione del gueriero 1)

Poi passa a Virabhadrasana II (la posizione del guerriero 2)

Entra in Deviasana (la posizione della dea)

 (esempio di illustrazione del libro)

Per poi passare a Prasarita Padattanasana (piegamento in avanti con gambe aperte)

Ora ripeti da Virabhadrasana I fino alla fine utilizzando l’altra gamba

Non ti resta che provare e farmi sapere com’è andata 🙂

Buona Pratica!

I Libri consigliati da Liberamente Yoga

libri yoga

Se ti interessa dare un’occhiata al libro dal quale è tratta questa sequenza, lo trovi qui Inoltre su questo sito è presente una sezione interamente dedicata ad una serie di libri sullo yoga, divisi per tema. Prova a darle un’occhiata.

Una guida pratica per costruire la tua sequenza yoga personalizzata

Hai iniziato a praticare yoga ma non sai quali sono le posizioni yoga più adatte a te?
Vorresti sapere come scegliere le posizioni yoga per costruire la tua sequenza  personalizzata?
Yogabook può aiutarti a costruire la tua sequenza yoga sulla base delle tue caratteristiche e sugli obiettivi che vuoi raggiungere. 
Dopo aver letto Yogabook sarai in grado di scegliere le asana più adatte a te e come eseguirle una dietro l’altra in maniera corretta.

SCOPRI COSA TROVERAI IN “YOGABOOK”

…e se vuoi scoprire le principali regole per costruire una pratica yoga corretta? Registrati e riceverai gratuitamente la mia mini-guida pratica per costruire la tua sequenza yoga. Riceverei inoltre informazioni sul mondo dello yoga, recensioni su prodotti che ho già provato per te, libri, consigli e tanto altro.

registrati-ora

ATTENZIONE: se non ti dovesse arrivare subito la mail, controlla anche nella cartella SPAM, a volte potrebbe finire in questa cartella per errore

Se pensi che questo articolo possa interessare anche ad altri, condividilo sui tuoi social (Google+, Facebook, Twitter). Mi aiuterai ad aiutare altri a costruire una pratica yoga corretta.

Namastè